Yukio Mishima

Musica

Le donne frigide, impazienti di trovare la felicità alla prossima esperienza, cambiano spesso uomo: dall’esterno sembrano libere, ma in realtà non esistono donne più schiave e infelici di loro…

Shiomi Kazunori è uno psicanalista che lavora nella grande Tokyo. Il suo studio attira i clienti più disparati, ma quello di Reiko Yumikawa è il caso che riesce ad affascinarlo più di ogni altro. Reiko è una giovane donna elegante, una bellissima bambola pura e fredda che, appena giunta nello studio di Shiomi, annuncia la natura del proprio problema: non riesce a sentire la musica.

Supporta l’autore di questo articolo, offrigli un caffè!


Il silenzio avvolge ogni suo rapporto con Ryuichi, il collega di cui si è innamorata ma col quale non riesce a curare la propria frigidità. Inizia da qui il resoconto clinico dell’analisi di Reiko, una lunga ricerca della verità che la donna nasconde dietro una cortina di menzogne, di simboli freudiani e di macchinazioni diaboliche volte a depistare lo psicoanalista e l’isteria che sfocia sotto forma di tic nervosi e di malsani piaceri che coinvolgono il fidanzato di Kofu costretto su un letto di morte, un giovane impotente deciso a suicidarsi e il fratello fuggito di casa e ridotto in miseria nei sobborghi più malfamati del Giappone.
Yukio Mishima, grande scrittore e artista giapponese, scrive Musica in collaborazione con lo stesso Shiomi Kazunori, medico e amico che si presta al ruolo di scrittore in seconda e di protagonista del racconto, nato per essere pubblicato su una rivista femminile.


Semplice anche per chi non è avvezzo al gergo psicoanalitico o ai meccanismi delle terapie freudiane, Musica è un romanzo breve che svela già nel sottotitolo il proprio contenuto: Un’interpretazione psicoanalitica di un caso di frigidità. Pubblicato in Italia da Feltrinelli nel 1993, il testo appassiona per la trama scorrevole ricca di colpi di scena. Analizzare l’inconscio è un pò come investigare su un giallo e, pagina dopo pagina, non possiamo fare a meno di elaborare le nostra teorie su Reiko e sul suo malessere psichico. Analogamente a Un mondo di vetro di Morris West, romanzo incentrato su un caso clinico trattato da Jung, la protagonista dell’opera di Yukio Mishima cattura il lettore nei vortici.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.