Uncle Charlie

Oggi vi parlerò di un libro che tengo molto a cuore, un libro che insegna che la narrativa fotografica è molto forte quando si ricerca a lungo, e che oggi giorno questo uso della fotografia si è perso, per il desiderio di fare tutto e subito. La fotografia voglio dirvi è un arte che richiede pazienza e tanta volonta, ma che ripaga immensamente nella sua piena espressione. Questo è un esempio.
Ci sono pochi ritratti nella recente fotografia americana più intima o notevole della serie dello Uncle Charlie di Marc Asnin.
Marc Asnin fotografa suo zio Charlie per trent’anni. All’inizio degli anni ’80, quando Asnin studiava fotografia, la realtà della vita di suo zio aveva calpestato la sua fantasia infantile. Da bambino, Asnin era motivato dalla sua ammirazione per lo zio Charlie come un grande uomo forte e di strada con una pistola. Charlie e i suoi cinque figli (Charles, Joe, Brian, Mary e Jamie) vivevano insieme a Bushwick, Brooklyn. Fragile, depresso ed emotivamente vacante, incapace di lavorare, incapace di lasciare il suo appartamento, Charles Henschke era il guscio di un essere umano.

Uncle Charlie è uno straordinario diario visivo e di lettura che descrive in dettaglio la vita del suo padrino, Charlie, e le sue lotte con la malattia mentale, l’isolamento, la povertà e le relazioni familiari.
Asnin ha scelto di usare la fotografia come mezzo per riconnettersi con Charles Henschke, un individuo estremamente complesso. Il risultato è un viaggio che è diventato quasi un’ossessione per affrontare, esaminare e comprendere alcune verità molto inquietanti su suo zio e la sua famiglia. Il libro è un oggetto eccezionale con un forte lay out che include un trattamento visivo del lungo testo e dei documenti riguardanti la vita di Charlie, come egli stesso ha raccontato durante molte ore di conversazioni registrate con Marc Asnin, a cura di Beau Freelander.
Questo libro è un nuovo, grande sforzo per mescolare al meglio fotografia documentaria e letteratura.
Uncle Charlie è un progetto documentaristico a lungo termine senza precedenti.





 
					

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.