Le fiabe dei Fratelli Grimm

Vi piacciono i racconti? Le fiabe?


Ricordo che anni fa vidi un film sui Fratelli Grimm e poi la nota serie televisiva Grimm ispirata al mondo fiabesco e ai racconti del libro, tutta un’altra storia confronto al libro, non l’ho concluso poiché si trova a casa di un amico di tanto in tanto leggevo una parte;non so se vi è mai capitato,a me spesso per non chiedere in prestito troppi libri ne leggo alcune parti, per questo mi ritrovo a conoscere molti autori e poi magari aver letto solo alcuni tratti dei libri.


Ma torniamo alle Fiabe;ci ho passato sopra un po’ uscendone inquietata e affascinata, con sensi di nostalgia e malinconia che quasi mi soffocavano. Insomma chi le ha lette tutte lo potrà confermare.
Chi pensa che le fiabe siano da bambini dovrebbe leggere le versioni originali, come quelle contenute in questa raccolta.

Nella prefazione alla prima edizione di “Kinder-und Hausmdrchen” i fratelli Grimm definiscono i loro testi “innocenti fiabe per la casa”. Difficile crederci vista la truculenza che spesso trabocca da questa raccolta: vendette, malefici, avvelenamenti, in queste fiabe riunite e riviste dai due filologi tedeschi, la purezza e l’innocenza infantili sono sempre presenti in quel magico mondo popolato da streghe, gnomi, draghi, fate e diavoli, e si intrecciano con naturalezza agli episodi sinistri.

La grande forza liberatoria delle fiabe dei Grimm sta nell’immancabile e crudelissima punizione del “cattivo” e nella rivalsa dei deboli sugli oppressori: una giustizia rigida che non lascia sfumature tra bene e male e che ben rappresenta l’immaginario dissacrante dei Grimm. “Biancaneve”, “Cappuccetto rosso”, “Pollicino”, “Hansel e Gretel”, “Cenerentola”: sono solo alcune delle “fiabe popolari” elevate dai Grimm a classici della letteratura.


Quali sono le Fiabe dei fratelli che vi hanno affascinato?

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.