In tasca la paura di volare

Se le parole sono come lame affilate, l’autore di questo libro ha trovato l’arrotino chiuso!

@librinmente_ mi ha girato un libro che gli è stato inviato ultimamente, il libro in questione è ”In tasca la paura di volare di Lorenzo Foltran”.
Sarò sincero questo libro all’aspetto e nell’introduzione sembra un’opera da non farsi scappare, l’introduzione di Dario Pisano echeggia ad una poeticità artistica più profonda e stimoli espressivi di gusto avanguardistico.
Purtroppo dopo una fantastica introduzione piena di paroloni, traduzione del testo poetico, con relativa spiegazione, ci si immerge in un mare di ignoranza grammaticale, una tortura per la mente e non solo.


Le poesie per essere ben chiare, devono esser lette ad alta voce, qui la grammatica distrugge totalmente la nostra percezione di senso.
Un libro suddiviso in tre sezioni, e se mai si arriva all’ultima si ha voglia di morire. L’autore spinge il nostro istinto di sopravvivenza al limite, l’uso della punteggiatura è usato in modo casuale, tanto da non produrre senso, talvolta il soggetto cambia sesso tra una frase e quella dopo. Leggere parole come: Luna, amore, notte, profumo, frangetta, talmente tante volte che quasi vi vien voglia di fare una lobotomia.


Trascrivo una parte di poesia che ha lasciato perplesso me e altre persone:

“C’è sempre stata la distanza ideale
tra chi studiando guarda e chi è guardato
come nel museo dove non si tocca.”

Non vado oltre.
Difficilmente mi spingo a scrivere male di un libro. Ma qui la grammatica, la composizione, la ricerca inesistente di parole, e di tanto in tanto l’inserimento di parole non comuni ne altrettanto inerenti al testo, creano solo una gran confusione nella mente di un lettore. Credo che il dovere di un poeta sia quello di farsi carico dell’uso delle parole e della creazione di contenuti che pungano come l’osservazione di un quadro, lo spettatore, in questo caso il lettore a creare un mondo altro, facendo esplodere in esso una sensazione di sinergia emotiva.

In tasca la paura di volare

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.