Il caso Sara Lane

Jago Lay

Partiamo dalla prima impressione che di solito è sempre quella sbagliata,la copertina
grande difetto di questo libricino, scritto da Jago Lay. Ma suppongo sia stampato da Amazon quindi non sì può pretendere più di tanto.
Poteva utilizzare un font differente per l’illustrazione sottostante di Arianna Pisani,che fa subito intuire sia un libricino per i più piccoli e di facile lettura.
L’ho terminato in 30 minuti aspettando come al solito la fila alla posta.
Anche per la suddivisione in capitoli e la grandezza del formato.


Dedicato al figlio e alla moglie è un racconto di fantasia, frutto dell’immaginazione dell’autore.
Narra di un bambino di 11 anni che si trasferisce con la mamma in una piccola cittadina.
Ben presto si troverà ad indagare sulla scomparsa di una giovane donna avvenuta dieci anni prima in circostanze misteriose e su renderà conto che spesso la verità è molto più complessa di come appare a prima vista.


“La battaglia che ci siamo promessi di combattere non è reale”


La storia di per se non vuol dar insegnamenti o trovarci una morale, ma solamente raccontare un’avventura.
Apprezzo comunque il tentativo di Jago nel voler raccontare una storia e come sua prima pubblicazione niente da dire.


“Improvvisamente gli balenò in testa l’ipotesi di fuggire. Ma non c’era una via di fuga”

henryvimc❤️ ne apprezzo l’impegno anche se la trama della persona scomparsa è un de j’ai vu ma qui ad indagare, un bambino e si sa i bambini sono più intuitivi dei grandi e riescono a vedere nelle sfumature colore non è mai bianco ma nemmeno nero!

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.