Novecento

Di Alessandro Baricco

Come non recensire un classico, ecco 900. Chi di voi ha visto la trasposizione cinematografica certo può confermarmi che di meglio non ci sia. Ho amato il film più del libro, ma nel mio cuore c’è sempre un pezzo del libro scritto da Baricco.



“Il mondo è il pianoforte di Dio e su cui non posso suonare
.”


Questa è una storia breve e provocatoria con una filosofia interessante alla fine. La storia è quella di una persona nata e cresciuta su una nave e più precisamente di una persona “nata al piano” della nave.

Sembra che la musica gli abbia dato il suo spirito ed egli emerge come un genio del pianista. La stranezza associata a lui è che non lascia mai la nave e suona musica solo dopo che la nave ha salpato dal porto. Non mette mai piede sulla terra. Più tardi, quando la nave è diventata molto vecchia e non adatta a ulteriori viaggi, viene distrutta e con essa muore anche il pianista. Prima della distruzione il suo amico entra sulla nave per convincerlo a scendere dalla nave. E risponde dicendo che non vuole scendere.

Il motivo: Leggi la prima riga della recensione.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.