Il purgatorio dell’angelo

Di Maurizio de Giovanni

l commissario Ricciardi ci regala una nuova emozionante avventura con Il purgatorio dell’angelo, a firma di Maurizio De Giovanni .


“Il suo purgatorio, fatto di morti e di dolori e di sussurri e urla, era forse eterno, e in questo caso si chiama inferno. Perché l’inferno esiste solo per chi ha provato un attimo di paradiso.”


La solita splendida scenografia napoletana fa da contrasto alle molte brutture descritte nelle storie narrate; Napoli di giorno e di notte, i quartieri, il lungomare, via Toledo, Posillipo, il popolo vivace e attivo, ricordano costantemente la bellezza e il fascino della città partenopea. In questa realtà si muove con apparente tranquillità il commissario che rispetta la chiesa e la religione, è amico del parroco a cui spesso chiede consiglio, ma non crede all’al di là, la vita, secondo lui, è tutta lì.
La vicenda inizia col mare che porta un cattivo presagio ma finisce sempre col mare che, confessore del popolo e detentore di tutti i segreti, è messaggero di speranza.


Il libro reca nel titolo le parole della storia: confessioni e purgatorio dell’angelo. La confessione e il pentimento sono il tema principe di questo libro, una confessione che è in grado di caricare altri di un pesante fardello o di liberare un’anima colpevole, che necessita il perdono. Anche il nostro commissario Ricciardi si trova parimenti a dover confessare qualcosa ad Enrica, la ragazza che ha iniziato a frequentare: non può più tacerle le verità che lo riguardano, sente la necessità di iniziare un rapporto che sia finalmente fondato sulla sincerità reciproca.



Una confessione puoi riceverla ma non contestarla.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.