FEDERICO GARCIA LORCA

 Vorrei sedermi vicino a te in silenzio (canto XVII).

Vorrei sedermi vicino a te in silenzio,
ma non ne ho il coraggio:
temo che il cuore mi salga alle labbra.
Ecco perché parlo stupidamente
e nascondo il cuore dietro le parole.
Tratto crudelmente il mio dolore
per paura che tu faccia lo stesso.

Il cuscino mi guarda di notte con durezza,
come una pietra tombale;
non avrei mai immaginato che tanto amaro fosse
essere solo e non adagiato nei tuoi capelli.

FEDERICO GARCIA LORCA

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.