EMMAUS

ALESSANDRO BARICCO

Tra i mercatini si trovano sempre libri a buon prezzo.
Vi è mai capitato che la copertina di un libro vi affiori un ricordo? Con Emmaus è stato così tra vari libri mi ha chiamato e l’ho comprato. Riscoprire poi che questo stesso libro era stato letto da una persona a me cara che me ne aveva parlato anni fa e saperlo dopo anni mi ha sorpresa.


Emmaus, uscito il 4 novembre 2009, con copertina essenziale e minimalista , dalla carta ruvida. Il titolo rivede un passo del Vangelo.
Per cominciare, dico subito, che l’ho letto in due giorni e che con mia grande sorpresa, in questo libro i personaggi a differenza di altri romanzi di Baricco hanno nomi italiani, o per lo meno nomi facilmente pronunciabili. La storia è ambientata a Torino, anche se non si pronuncia mai il nome della città


Il romanzo è breve, solo 139 pagine, scritto benissimo, con eleganza e maestrìa.
Baricco non delude, ha una penna ferma, certa e i suoi giovani personaggi sono tutto e vogliono tutto. Certo non vi è la magia di chi, come me, ha amato “Oceano mare” .
Ma è piuttosto uno sguardo, sotto sotto, benevolo, comprensibile verso le debolezze umane.
Baricco con la sua scrittura ci fa vivere i timori, le ansie e le curiosità tipiche degli adolescenti, con la loro voglia di novità e di cambiamento, e con gli errori sempre in agguato.



Vangelo di Luca (24,13) “Come abbiamo potuto non capire?” Dilemma dei due discepoli diretti a Emmaus, ma concetto su cui ruota tutto il libro, ambientato in un tempo presente con protagonisti e voci narranti gli adolescenti e il loro percepire la vita.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.